Adozioni family friendly

Lo scorso 9 Maggio, presso lo spazio convegni della Città dell’Altra Economia, si è svolto l’evento “Family Lab nazionale – Esperienze e Confronto sull’adozione”, promosso dal CARE (Coordinamento delle Associzioni Familiari Adottive e Affidatarie in Rete), come occasione di confronto e dialogo tra Associazioni Familiari, Servizi Territoriali ed Enti Autorizzati.

 
La giornata ha prodotto un appassionato confronto tra operatori e genitori adottivi, in nome di un processo partecipato e condiviso di aggiornamento ed implementazione dell’istituto delle adozioni internazionali. Durante l’incontro si è dibattutto di tematiche certamente note agli addetti ai lavori – quali costi e trasparenze delle procedure, cultura dell’accoglienza e competenze professionali – ma, soprattutto, si è delineato un obiettivo strategico nuovo: la definizione e lo sviluppo di un modello di adozione che sia “family friendly”.
Ariete Onlus ha proposto un punto di vista internazionale sull’attuale andamento delle adozioni nel mondo, citando la recente pubblicazione francese “L’adoption internationale dans le monde” di Jean-Francois Mignot; affrontando, inoltre, la questione dello stato di salute dei minori.
L’iniziativa del CARE rappresenta senz’altro un punto di partenza per un rinnovamento delle adozioni internazionali, in nome dei diritti dei minori, ma anche con la giusta attenzione alla coppia e alla famiglia. In tale prospettiva Ariete Onlus intende rafforzare il suo impegno, proseguendo le linee di ricerca sperimentale sulle adozioni e arricchendo le proprie attività con nuovi percorsi di informazione e orientamento, accoglienza e sostegno, condivisione e accompagnamento per le coppie in attesa, i genitori e le famiglie adottive.