Lettera del Presidente alle famiglie

Data di Pubblicazione: 19/03/2013 – 14:56:57                

Care famiglie,

vi ho scritto quando la tempesta ci aveva travolto e torno a scrivervi ora che il cielo è sereno. Come vi avevo già detto, le complicate vicende che ci hanno visto coinvolti non sono ascrivibili ad una responsabilità dell’ente, ma ad un evento eccezionale ed anomalo di cui ARIETE e le coppie si sono trovate a dover affrontare le conseguenze.

Ed è alle coppie che esprimo il mio primo ringraziamento, alle coppie che hanno avuto la forza e la lucidità di capire cosa fosse accaduto, alle coppie che hanno avuto il coraggio e la determinazione di rinnovare la fiducia, già data all’Ente all’epoca del conferimento dell’incarico. Sono contenta di poter confermare che la loro scelta avrà degli esiti positivi, sono molte le coppie già in partenza per una sentenza o un abbinamento.

Il mio ringraziamento poi è per la CAI, che globalmente – dai vertici al singolo impiegato – ha profuso energie ed impegno nel sostenere – senza nessun dubbio, senza nessuna riserva – le strategie adoperate da ARIETE per fronteggiare la crisi. Ciò perché, sia la CAI che ARIETE erano accomunati da un obiettivo condiviso: salvaguardare e tutelare le coppie, in qualsiasi fase della procedura adottiva avviata.

Ancora, all’Ambasciata Italiana a Mosca manifesto il mio ringraziamento per il vigore con cui ha reso possibile il dialogo con le Autorità Russe in loco.

Infine alla Presidente e allo Staff dei Fiori Semplici Onlus che ci hanno messo a disposizione le proprie strutture e le proprie risorse, esprimo il mio ringraziamento che sono lieta di confermare, oggi, comunicandovi l’avvenuta intesa tra i due Enti che significa la possibilità di una imminente e consolidata collaborazione. Una collaborazione, da cui mi sento gratificata perché motivata anche dalla volontà dei Fiori Semplici di salvaguardare il prezioso know how, il notevole patrimonio di esperienze da noi maturato in Federazione Russa, dove dal 1994 al 2012 ARIETE ha completato ben 2107 procedure adottive. Una collaborazione che ci apre verso nuovi scenari, da questo momento diventano più numerose le Regioni della Federazione Russa in cui avviare l’iter adottivo, consentendoci un lavoro ancora più qualificato e capillare a sostegno dei minori e delle famiglie.

Grazie a tutti Anna Torre