Presentazione delle Linee guida scuola adozioni alla Camera dei Deputati

Il giorno 2 febbraio 2016, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati si è svolto il seminario “Linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati” finalizzato all’approfondimento delle linee guida del MIUR.

Il seminario ha visto – fra gli altri –  la partecipazione di Giovanna Boda (Direttore Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione del MIUR) che ha esposto le nuove azioni programmatiche in materia di: monitoraggio sull’applicazione delle linee guida scuola-adozione, lancio di una campagna di sensibilizzazione, ativazione di percorsi formativi ad hoc per gli insegnanti. Sono seguiti gli interventi tecnici di Marco Chistolini, Anna Guerrieri, Cinzia Fabrocini sui contenuti delle Linee di indirizzo. Momento cruciale della giornata, l’intervento di Silvia Della Monica, Presidente della Commissione per le Adozioni Internazionali.

La Presidente Della Monica ha svolto un’appassionata relazione sullo stato dell’arte delle adozioni internazionali in Italia, descrivendo il trend positivo che si è espresso nell’ultimo anno, in cui si è registrato un aumento del numero delle procedure adottive. Uno scenario incorraggiante che conferma l’attenzione e l’impegno della CAI per l’istituto delle adozioni internazionali e che evidenzia la cultura dell’accoglienza espressa dalle famiglie italiane. Della Monica ha insistito sulla necessità di trasmettere una visione positiva delle adozioni anche per rafforzare il supporto alle tante coppie che decidono di intraprendere questo percorso.

La Presidente della CAI ha inoltre dichiarato l’importanza di un approccio qualitativo, in quanto pur con l’entusiamo per i dati sulla crescita delle adozioni internazionali, occorre proseguire nel lavoro congiunto tra istituzioni, enti autorizzati e associazioni familiari, affinchè l’istituto delle adozioni internazionali continui a rappresentare un’occasione privilegiata per l’incontro di civiltà così vitale per il benessere di tutti i bambini e per la convivenza pacifica fra i popoli.